Un 2020 di cambiamenti e Upgrade

Abbiamo iniziato questo 2021 con molteplici novità, cambiamenti e upgrade che ci consentiranno di apportare funzionalità maggiori all’interno della nostra AAC Consulting, ma il 2020, nonostante le varie difficoltà affrontate causa Covid 19, come è stato? Quale resoconto possiamo dare a un anno così particolare e limitante?
Bene, partiamo con il dire che non è stato semplice affrontare uno stallo lavorativo, di pause e incognite dove tutto il nostro team ha dovuto rivedere e riorganizzare le attività, proseguiamo con il dire che Armando Caroli, il presidente di AAC Consulting, non si è arreso e non ha allentato la presa sui vari progetti che, in pre pandemia mondiale, avevano cominciato a strutturarsi in una loro logica e ordine.
Armando ci ha dato modo di testare in questo 2020 il vero concetto di impresa e gestione aziendale, materia che lui stesso insegna nei corsi di formazione a manager, liberi professionisti e aziende.
In che modo?
Facendo ordine, rimanendo attento e vigile sui cambiamenti che avrebbero comportato scelte decisive, manovre e decisioni cruciali, ma come dice lui stesso: ”prima di arrivare a prendere decisioni bisogna aver studiato l’intera impresa e il suo organico, in modo che tutto vada in una direzione fluida e corretta, limitando i rischi”.
Un ottimo insegnamento se pensiamo che in questa frase si racchiude il vero spirito di AAC Consulting e la soluzione per le aziende a fare meglio e a produrre tanto.
Parlando di produzione non intendo a livello di prodotti ma a livello di risultati che vanno a includere ogni componente di una PMI.

Nel 2020 la forza del gruppo è stata quella di incanalare la problematica del Covid19 e plasmare le attività nel tempo, creando un volto nuovo alla formazione, alla divulgazione delle tecnologie supplementari che costituiscono strumento importante e primario per il gruppo.
Infatti grazie all’organizzazione che Armando ha saputo gestire al meglio, tutti i vari progetti che erano in calendario già da pre Covid, hanno trovato lo spazio adeguato per essere messi in atto.
Ad Ottobre inoltre è iniziato l’upgrade tecnologico del gruppo che consisteva alla creazione del nuovo sito web di AAC Consulting: www.aac-consulting.it in piattaforma CMS WordPress che ha reso il portale dinamico, rapido e formativo per tutti i clienti e lo staff.
Il Portale di AAC Consulting, passo dopo passo, è cresciuto grazie alle varie fasi di progetto, portandoci a fare nuove valutazioni, nuovi inserimenti di attività e strategie e nuove progettazioni informatiche, media e markeing.
Oltre allo studio grafico, di stile e informatico che Armando ha sostenuto per apportare le migliorie e le forti evoluzioni visive, pari passo stava nascendo Sostegno Imprese – Matrix Reload: un nuovo portale sempre creato con piataforma CMS WordPress di ultima generazione che potrete visionare al link www.sostegno-imprese.it
In questi mesi di lavoro in situazioni prima nuove, poi mutevoli e poi con esiti difficili da prevedere, abbiamo messo a fuoco i punti fermi sui quali puntare per mettere in moto una fase di rinascita industriale, che è stata chiamata MATRIX RELOAD.

Riordinare i paradigmi e programmare nuovi approcci alla conduzione delle imprese a partire da questo particolare anno 2020 ha portato a far nascere insieme a UniCredit S.p.A. il progetto SOSTEGNO IMPRESE PER LA CONTINUITÀ.
Questo è un progetto nato dopo un confronto e un dialogo aperto con direzioni aziendali, Confindustria, associazioni, Istituzioni e commercialisti, ed è stato un momento di grande crescita perché ha permesso di elaborare delle informazioni che ci hanno guidato nella sua costruzione:

•la situazione di mercato post Covid-19 è particolarmente critica e ci chiede interventi operativi
olistici (cioè integrati e completi) sui processi aziendali per abbracciare tutta l’organizzazione
dell’impresa e tenerla sotto controllo,

•non possiamo dimenticare che la continuità delle imprese, per funzionare in modo competitivo e
migliorare nel tempo, passa dalle problematiche produttive e attraversa tutta la filiera degli
stakeholders che devono, quindi, essere messi in sintonia,

•tornare alla competitività non permette di affrontare i problemi con specialisti singoli, ma chiede
analisi ed interventi mirati sui processi organizzativi da parte di un team di consulenti esperti multiarea,
che abbiano competenze complementari e che siano abituati a lavorare per progetti insieme ai
vari stakeholder coinvolti, istituti credito in primis.

Il primo Live Coach DEBS del 26/10/2020 ore 9:00 10:30 pubblicato è stato “Ottimizzazione delle risorse e dei flussi finanziari” e prevedeva la relazione del dott. Mumelter Romano, mentre il titolo del nostro intervento era “La gestione dei flussi finanziari: problemi e metodo”, relatore AAC era il dott. Stefano Pellicelli, Consulente senior in Area Amministrazione Finanza e
Controllo e HR con trentennale esperienza come CFO in primaria azienda produttiva di Parma (come da sito AAC/Team).
Siamo arrivati allo sviluppo nazionale ed internazionale nei mesi di giugno e luglio 2020 con UniCredit insieme a Sace Simest e Microsoft, inaugurando la “Digital & Export Business School – DEBS” con 8 Digital Talk con docenti universitari, ricercatori, professionisti, imprenditori, giornalisti e sociologi del lavoro per trattare in modo approfondito vari argomenti del mondo delle
imprese.
La fase successiva prevedeva il coinvolgimento di Stakeholders nelle varie regioni d’Italia, e per l’Emilia-Romagna A.A.C. Consulting è stata selezionata come unica impresa di consulenza affiancandosi a Confindustria Emilia di Bologna: uniche due strutture che hanno realizzato ognuna 3 interventi formativi in modalità Live Coach con le imprese iscritte.
Il calendario, tra la DEBS e il “Percorso di Sostegno alle imprese” è così diventato di 6 eventi nei mesi di ottobre, novembre e dicembre, con il primo evento che comprendeva la presentazione ufficiale del percorso completo.

Che dire, un anno dove tutto confluiva in unica direzione: la crescita del gruppo e delle imprese, un vero upgrade in grado di permetterci un metodo di lavoro più efficace e più rapido.
Questa pandemia ci ha dato una spinta evolutiva di almeno 10 anni a livello tecnologico e noi abbiamo dovuto stare al passo con questa velocità di crescita per non rimanere indietro e frenare il gruppo.
Un 2020 che ci ha dato molte soddisfazioni, ci ha fatto riflettere molto e ci ha spinto ad un cambiamento che ci ha reso più forti e più determinati a migliorarci sempre di più.